In questo articolo vogliamo passare in rassegna alcune delle spine nel fianco del mitico Ipad. Visto che le caratteristiche che ne denotano il successo le conosciamo passiamo ad una rapida elencazione dei lati oscuri di questo dispositivo e soprattutto vediamo come questi lati oscuri siano una ovvietà su altri tablet.

File manager. Grande assente nei sistemi iOS. Accettiamo il fatto che sia per ragioni di sicurezza. La struttura del S.O. dell’Ipad, infatti, consente ad ogni singola applicazione di attingere ad un’area file ad essa riservata senza avere la possibilità di attingere ad informazioni al di fuori di essa. Fanno eccezione foto, contatti e qualche altra piccola cosa. E’ questo il motivo principale per cui non ci sarà nessun file manager neanche su appstore. Di contro i sistemi Android offrono un comodo file sistem in stile Linux comodo. Grazie a questa disponibilità non ci si priverà di un ottimo file manager come siamo abituati a fare da oltre 30 anni.

Uso di connettività bluetooth. Non mi dilungo sull’elencazione delle limitazioni. E’ un dato di fatto che tale connettività in iOS. Ebbene, su Android non c’è alcuna limitazione
Fotocamera digitale. E’ vero che non farei mai una foto in giro agitando un tablet ma se ciò dovesse capitare perchè no? E poi visto che si arriva a spendere quasi 800 euro per un dispositivo del genere ci si aspetta come minimo una 3 mpixel frontale e forse più. Le specifiche di Ipad non si sbilanciano mai sui dettagli della fotocamera esterna. Certamente si fanno filmati in hd a 720p. Cosa significa? Foto da 1 megapixel al massimo. Credo che faticheremo a trovare un tablet android di fascia media con una fotocamera del genere.
Plug in flash. Altra nota dolente di Ipad. Il supporto non c’è, inutile trovare soluzioni alternative che fanno male solo alle tasche illudendo i malcapitati possessori di Ipad. Cosa vuol dire? Vuol dire che i filmati youtube che sono solo una codifica particolare sicuramente li vedremo ma un sito con una interfaccia multimediale mai. Sicuramente ci sono di mezzo interessi economici pesanti ma sorvoliamo su questo ambito. Android 3.0 e successive ha il pieno supporto di flash esattamente come accade sui pc.
Ci sarebbero diverse altre cose, ne parleremo nel prossimo post! Intanto meditate.